BlueCat Motors E-books > Italian > Apologia dell'ateismo by Giuseppe Rensi

Apologia dell'ateismo by Giuseppe Rensi

By Giuseppe Rensi

«L’ateismo è una religione; perché l’essenza di questa sta nel preoccuparsi della realtà ultima. according to molto pace Dio fu un possibile. Cioè una specie d’uomo consistent with quanto superiore, una forma personale according to quanto eccelsa, una cosa, insomma, according to quanto immensa e strapotente, suscettibile di manifestarsi nello spazio e nel pace. Così stava los angeles cosa, in step with esempio, nel mondo omerico o biblico, dove Dio appare, si manifesta. Così, forse, in line with il pensiero comune. Ma il pensiero filosofico, s’accorse ben presto che quello non period Dio. Gli tolse così ogni limitazione, lo fece divenire eterno, immutabile e onnipresente, cioè lo collocò fuori dello spazio e del pace; con una parola sola, lo fece diventare infinito. Ma con ciò gli tolse tutti i caratteri dell’Essere. Veramente, come ci rappresenta Nietzsche, Dio è morto in keeping with le sue contraddizioni».

Certamente l’Apologia dell’ateismo è un saggio pienamente filosofico. Ma come negare che los angeles compromissione dell’individuo nella sua chiara ricerca della Verità, in keeping with Rensi, non corrisponda anche a una missione laica, a una critica feroce al sistema unitario e assoluto propugnato dallo Stato etico e fascista.
Questa edizione è stata corretta dei refusi presenti nel testo originale e completata con alcune word e un inedito Indice dei nomi citati in line with un utile approfondimento del testo.

Show description

Read Online or Download Apologia dell'ateismo PDF

Best italian books

La commedia umana. Conversazioni con Mario Monicelli

Ignorata o screditata in line with anni dalla critica ufficiale, oggi l. a. commedia all’italiana è celebrata come uno dei filoni più originali e fecondi nella storia del nostro cinema. Mario Monicelli ne è stato fondatore e massimo esponente. In questo fitto dialogo con Sebastiano Mondadori, il regista che ha inventato Totò neorealista e Vittorio Gassman comico, Monica Vitti mattatrice della risata e Alberto Sordi attore drammatico racconta passo dopo passo i suoi quasi sessanta movie.

Extra resources for Apologia dell'ateismo

Example text

La sua diagnosi, in presa diretta, della patologia della ragione, delle sue responsabilità nella genesi di quell’immane crogiolo che fu la Grande Guerra; sono i suoi Lineamenti di filosofia scettica del ’19. A partire anche da qui, la sua prospettiva insegna che la terapia dell’ateismo dovrà venir sviluppata assumendo questa espressione nei due sensi del genitivo, oggettivo e soggettivo, raccogliendo pertanto anche in termini autocritici la proposta formulata da Jean-Marie Guyau nel suo L’irréligion de l’avenir.

Questo ragionamento segna per i credenti che lo fanno la fuoruscita dalla ragione. Relativamente a quasi tutti i problemi vi è una raggiera di soluzioni le quali, pur essendo contraddittorie, stanno però tutte entro la sfera della ragione: perciò si può sostenere che la ragione di per sé non ci consente la soluzione di nessuno di quei problemi, e su tali basi aderire all’irrazionalismo, che, entro siffatti limiti, è fondato. Ma rispetto a ogni problema vi sono o possono presentarsi altresì proposte di soluzione che escono del tutto dalla sfera della ragione; e a favore di queste nessun irrazionalismo serve, la tesi irrazionalistica cioè non può salvarle dalla condanna della ragione.

Ora queste limitazioni e circoscrizioni costituiscono, esse appunto, una privazione, una (almeno parziale) nullificazione. Solo togliendole col pensiero, solo assurgendo all’idea d’un Essere che ne sia libero, si giunge al concetto di ciò che è, non più solo per noi, ma in sé, l’Essere, del vero Essere, di quella «pienezza dell’Essere», che ci riapre dinanzi la visuale di Dio. Ma anche questo ragionamento è infetto della medesima insania del precedente. Come sarebbe cosa da pazzi dire: il triangolo, in quanto superficie piana racchiusa da tre rette, è il triangolo solo per noi, ma cancelliamo i limiti, togliamo i lati e raggiungeremo il vero triangolo, il triangolo in sé; come, invece, è qui evidente che se si tolgono i limiti, cioè i lati, non già si raggiunge il vero triangolo, ma si cancella tutto, si annulla il triangolo, si approda al nulla; così, ciò va riconosciuto anche per l’Essere.

Download PDF sample

Rated 4.21 of 5 – based on 32 votes