BlueCat Motors E-books > Italian > Anelli nell'io. Che cosa c'è al cuore della coscienza? by Douglas R. Hofstadter

Anelli nell'io. Che cosa c'è al cuore della coscienza? by Douglas R. Hofstadter

By Douglas R. Hofstadter

Show description

Read Online or Download Anelli nell'io. Che cosa c'è al cuore della coscienza? PDF

Best italian books

La commedia umana. Conversazioni con Mario Monicelli

Ignorata o screditata in step with anni dalla critica ufficiale, oggi los angeles commedia all’italiana è celebrata come uno dei filoni più originali e fecondi nella storia del nostro cinema. Mario Monicelli ne è stato fondatore e massimo esponente. In questo fitto dialogo con Sebastiano Mondadori, il regista che ha inventato Totò neorealista e Vittorio Gassman comico, Monica Vitti mattatrice della risata e Alberto Sordi attore drammatico racconta passo dopo passo i suoi quasi sessanta movie.

Additional resources for Anelli nell'io. Che cosa c'è al cuore della coscienza?

Sample text

Così tu faresti una distinzione tra creature prive di anima che sono solo apparentemente vive, e creature con anima che invece sono vera vita. » dipende dal comprendere cos'è l'anima? PLATONE: Sì, è corretto. SOCRATE: E hai anche detto che consideri l'anima come la capacità di pensare? ». PLATONE: Ti ho seguito in ogni passo del tuo ragionamento, Socrate, ma questa conclusione mi fa sentire a disagio. SOCRATE: Non è stato il mio ragionamento, Platone. Tu hai fornito tutti i dati di fatto, e io ne ho solo tratto delle conclusioni logiche.

Nella prefazione raccontavo ogni sorta di aneddoti sul libro e le sue vicissitudini, e fra le altre cose descrivevo la mia frustrazione per il modo in cui era stato accolto, concludendo con la seguente lamentela: «A volte mi sembra di aver gridato un messaggio che mi stava particolarmente a cuore in fondo a un abisso, e che nessuno lo abbia udito». Bene, un giorno di primavera del 2003 ricevetti una e-mail molto gentile da due giovani filosofi, Ken Williford e Uriah Kriegel, che mi invitavano a contribuire con un capitolo a una loro antologia su quelle che definivano «la teoria, o le teorie, autoreferenzialiste» della coscienza.

Nessuno mi chiese più di andare a prendere animali da sacrificare per il bene della scienza. Porcellino Strano a dirsi, malgrado quel tete-à-tète assai problematico con l'idea di togliere la vita a una creatura vivente, per diversi anni continuai a mangiare hamburger e altri tipi di carne. Non penso che riflettessi molto sulla cosa, dato che nessuno dei miei amici lo faceva, e certo nessuno ne parlava. Mangiare carne era un fatto assolutamente normale nella vita di tutti quelli che conoscevo. Per di più, confesso con imbarazzo che per me, a quei tempi, la parola «vegetariano» evocava l'immagine di strani tipi svitati e moralmente inflessibili (nel film di Billy Wilder Quando la moglie è in vacanza c'è una scena stupenda in un ristorante vegetariano di Manhattan che ritrae alla perfezione questo stereotipo).

Download PDF sample

Rated 4.54 of 5 – based on 30 votes